eToro
Da eToro
18 Visualizza

Driverless CopyPortfolio è la tua occasione per investire nel futuro dell’automobile

La rivoluzione “smart” è tutto intorno a noi, dato che un numero crescente di prodotti di uso comune sta diventando altamente tecnologico. È successo con il telefono, con la TV e in numerosi settori industriali, e ora sta accadendo nel settore automobilistico. Le auto a guida autonoma sono ormai una realtà e le vedremo in numero sempre crescente sulle strade nei prossimi anni. Questa evoluzione dell’auto per uso personale, che con il passare degli anni incorpora sempre più tecnologia, ha portato a un veicolo che non ha più bisogno di un conducente umano, e il potenziale finanziario è incredibile.

L’auto senza conducente sarà uno dei prodotti più altamente tecnologici a disposizione dei consumatori e, come tale, combinerà numerosi componenti sia di case automobilistiche che di società high-tech. Per saperne di più sui diversi aspetti dell’industria automobilistica a guida automatica, che si prevede diventerà un mercato di $7 mila miliardi (1), leggi questo blog post.

Essendo così innovativo da un lato, ma sviluppato da alcune delle aziende più grandi e più note del mondo dall’altro, il settore dell’automobile senza conducente presenta un’interessante opportunità d’investimento tematico. Tuttavia, dal momento che riguarda società di diversi campi, che operano in vari mercati in tutto il mondo, creare un portafoglio d’investimento tematico in questo settore può essere complicato. Ecco perché, qui in eToro, stiamo lanciando la strategia d’investimento Driverless CopyPortfolio, attraverso la quale i membri della comunità eToro possono investire in questo settore.

Il Driverless CopyPortfolio: Composizione

Questa strategia di portafoglio gestito comprende una serie di società globali, che vanno dalle case automobilistiche, ai produttori di hardware, alle società di software che sviluppano la visione computerizzata, ai sistemi di navigazione e ad altre soluzioni rilevanti per il settore. Le società abbracciano diversi campi dell’industria, hanno un’impressionante presenza internazionale e fanno tutte parte del trend che renderà le auto senza conducente una parte comune della nostra vita quotidiana nei prossimi anni:

Case automobilistiche

  • Tesla (TSLA) – La società di auto elettriche di Elon Musk si è affermata come uno degli attori statunitensi più interessanti sia del settore tecnologico che di quello automobilistico. La società sta sviluppando autovetture e camion senza conducente ed è uno dei pionieri dell’innovazione nel campo automobilistico.
  • Fiat Chrysler (FCA.MI) – Una delle più grandi società automobilistiche del mondo, Fiat Chrysler ha una forte presenza sia nel mercato del Nord America che in quello europeo e sta lavorando sulla sua propria auto a guida autonoma.
  • Toyota (TM) – La più grande casa automobilistica del mondo, la giapponese Toyota è nota per essere un produttore di automobili altamente affidabile, per avere una forte presenza internazionale e delle tecnologie innovative pionieristiche, tra cui una delle prime auto ibride prodotte in serie.
  • Honda (HMC) – Un’altra casa automobilistica giapponese, il nome Honda è diventato sinonimo di qualità, sia per le auto familiari che per quelle sportive di fascia alta e le berline di lusso. Anche Honda sta lavorando su un’auto senza conducente e ha dichiarato che il 2025 sarà l’anno obiettivo per un veicolo quasi completamente autonomo.
  • Ford (F) – Il primo produttore di automobili del mondo è ancora una delle più influenti case automobilistiche. La società ha annunciato i suoi piani per auto robotiche per il trasporto e la consegna a chiamata e le testerà a Miami nel prossimo futuro.
  • Renault (RNO.PA) – Il gigante automobilistico francese ha compiuto importanti progressi nella divisione dei veicoli autonomi: il concept del suo modello Symbioz ha ottenuto recensioni positive, sia per la sua guida assistita dall’intelligenza artificiale estremamente avanzata e il suo approccio innovativo di inserire l’auto smart come parte integrante della casa smart del futuro, posizionandolo come un attore rilevante del settore.
  • BMW (BMW.DE) – Il produttore tedesco di auto di lusso è un giocatore di primo piano nella tecnologia di assistenza alla guida, come ad esempio i sistemi di parcheggio autonomo, presenti in alcuni dei suoi marchi di fascia alta. Pertanto, non c’è da meravigliarsi che la società abbia dato molto risalto ai suoi piani per la creazione di un veicolo completamente autonomo in futuro.
  • Volkswagen (VOW3.DE) – Impegnandosi ad aggiungere motori elettrici a tutti i suoi modelli entro il 2030 (2), questo gigante tedesco sta anche facendo ricerca su auto completamente autonome. Il concept del modello VW I.D. Vizzion presentato dall’azienda, è quello di un’auto completamente a guida autonoma, che non ha nemmeno il volante o i pedali: è progettato per effettuare tutte le funzioni di guida per il passeggero.
  • General Motors (GM) – Il maggiore produttore di automobili degli Stati Uniti, GM non è estraneo all’innovazione. Nei primi anni ’90, la GM ha completato lo sviluppo della prima auto elettrica di serie del mondo, la EV1. Nonostante in seguito sia stata ritirata dalla produzione, GM ha dimostrato di essere pronto per i grandi cambiamenti nella produzione in serie, una qualità che sarà utile quando il mercato si inclinerà verso la guida autonoma.
  • Tata Motors (TTM) – Il maggiore produttore di automobili dell’India, che fa parte di un conglomerato da $151 miliardi, sta testando attivamente micro-auto autonome. Secondo Tata, potrebbe essere una delle prime aziende a lanciare la produzione in serie di vetture senza conducente.
  • Caterpillar (CAT) – Uno dei più grandi costruttori di veicoli industriali pesanti di tutto il mondo, Caterpillar sta sviluppando i camion senza conducente, che potrebbero rivoluzionare molti settori. In realtà, la società non è nuova nell’automazione, dato che molti dei suoi prodotti comprendono camion e altri veicoli pesanti a guida autonoma, utilizzati da società minerarie e di costruzione in tutto il mondo.
  • Delphi (DLPH) – Questa società di ricambi auto è uno dei leader mondiali per quanto riguarda i sistemi elettrici e i software per veicoli. I suoi prodotti potrebbero avere un ruolo fondamentale nel collegamento delle auto ai sistemi informatici avanzati necessari per la guida autonoma.
  • Ferrari (RACE) – Il nome della supercar italiana è sinonimo di lusso e velocità. Anche se ha preso le distanze dal campo delle auto a guida autonoma, ha dichiarato che sta lavorando su una supercar completamente elettrica, che gareggerà con concorrenti del calibro di Tesla.
  • Volvo (VOLV-A.ST) – Il produttore automobilistico svedese Volvo ha già soluzioni high-tech di guida assistita in alcuni dei suoi modelli, e questo rappresenta un passo significativo nella direzione di un veicolo completamente autonomo.

Società di Software

  • Alphabet (GOOG) – La casa madre di Google è proprietaria di Waymo, una società che ha già automobili a guida autonoma che gironzolano nelle strade di Silicon Valley. A differenza di altre società tecnologiche, che hanno tenuto riservati i loro progressi, Waymo ha reso di dominio pubblico i suoi prototipi di auto senza conducente e le loro prestazioni.
  • Alibaba (BABA) – Il gigante cinese di vendita al dettaglio è noto per il suo forte interesse per l’innovazione tecnologica. Pertanto, non c’è da meravigliarsi che la società abbia confermato che è in corsa per lo sviluppo di un’auto a guida autonoma, insieme ad altre società tecnologiche.
  • Baidu (BIDU) – Forse uno dei più forti concorrenti in gara per il lancio della prima vettura a guida autonoma pronta per la strada, Baidu ha goduto del sostegno del governo cinese e sta producendo e collaudando automobili e bus senza conducenti. Stando alla tabella di marcia della società, relativa al progetto Apollo, Baidu avrà un’automobile completamente autonoma pronta per la produzione di serie entro il 2021.
  • Microsoft (MSFT) – Una delle più grandi aziende tecnologiche del mondo, anche Microsoft è fortemente impegnato nell’implementazione della sua tecnologia nelle auto senza conducente. Alcune delle vetture che usano la tecnologia di Microsoft sono già state testate in diversi luoghi nel mondo.
  • Blackberry (BBRY) – L’ex gigante degli smartphone ha fatto perno su altre aree negli ultimi anni, includendo lo sviluppo di software. Blackberry sta sviluppando dei software che saranno utilizzati nel settore dell’auto a guida autonoma e ha una partnership con il colosso cinese Baidu.
  • Intel (INTC) – Conformemente a quanto dichiarato dalla società, Intel ha un chip praticamente in tutte le auto a guida autonoma che vengono testate oggi. Inoltre, la società ha rafforzato il suo controllo sul mercato con l’acquisizione di Mobileye, una startup che sviluppa la tecnologia di visione computerizzata della guida assistita, per un enorme valore di $15 miliardi.

Produttori di Hardware

  • Apple (AAPL) – La più grande società del mondo ha una forte presenza in numerosi campi della tecnologia, e la guida autonoma non fa eccezione. Apple è stato abbastanza riservato circa i suoi piani relativi alla guida senza conducente, ma i report suggeriscono che la società sta sviluppando un autoveicolo del tutto nuovo con guida autonoma per proprio conto.
  • Nvidia (NVDA) – Dal momento che un’auto autonoma richiede una grande potenza di calcolo, sono necessari dei processori potenti. Nvidia è uno dei principali produttori al mondo di processori per alcune delle funzioni del computer maggiormente basate sulla performance, come ad esempio il rendering in tempo reale o i giochi per computer con una grafica pesante. Perciò, è del tutto naturale che la società prenda parte anche alla produzione di processori per automobili con guida autonoma.
  • STMicroElectronics (STM.MI) – Il più grande produttore di semiconduttori in Europa, ST è anche una delle società che prendono parte alla creazione del “cervello” computerizzato che guiderà le macchine del futuro.
  • Infineon (IFX.DE) – Questo produttore di chip tedesco sta sviluppando semiconduttori utilizzati sia nei sistemi di assistenza alla guida che nelle auto senza conducente. In collaborazione con i principali produttori di automobili, ad esempio il marchio di lusso tedesco Audi, Infineon potrebbe svolgere un ruolo importante nel futuro del settore automobilistico.
  • Texas Instruments (TXN) – Dedicata allo sviluppo di semiconduttori e sensori vari per più di 80 anni, Texas Instruments si sta facendo strada nel regno della guida autonoma. Nel 2017, la società ha presentato una nuova serie di sensori che possono essere utilizzati per le automobili autonome, droni e altro ancora (3).
  • Advanced Micro Devices Inc (AMD) – Un potente attore nel settore dei microchip, AMD è conosciuto per offrire delle soluzioni informatiche più convenienti che i suoi principali concorrenti, senza compromettere le prestazioni. La società ha iniziato ad assumere personale per il suo dipartimento AMD Automative, il che suggerisce che si sta avventurando nel campo.
  • Dialog Semiconductor (DLG.DE) – Secondo quanto riferito, questo produttore di semiconduttori tedesco è stato coinvolto nelle prime fasi delle automobili a guida autonoma di Apple. Sebbene attualmente sembra che Apple abbia scelto di percorrere un altro cammino, Dialog ha la capacità di diventare un leader nello sviluppo di hardware per veicoli autonomi.
  • MaxLinear (MXL) – Impegnata nello sviluppo di hardware, come i semiconduttori e i trasmettitori radio, questa società americana sta dirigendo alcuni dei suoi sforzi nell’elaborazione di componenti a servizio del settore delle auto a guida autonoma.
  • NXP Semiconductors (NXPI) – Questo produttore di semiconduttori olandese ha già una solida posizione nel settore delle auto autonome, in quanto è una delle aziende scelte dalla cinese Baidu per contribuire alla costruzione dei veicoli senza conducente.
  • Skyworks (SWKS) – Con sede negli Stati Uniti, Skyworks Solutions ha prodotto alcuni trasmettitori wireless che attualmente vengono utilizzati nelle funzioni autonome delle autovetture. L’esperienza della società in questo settore potrebbe costituire una solida base per la sua attività futura nel settore delle auto senza conducente.
  • HELLA (HLE.DE) – Noto fornitore di parti e sottosistemi per l’industria automobilistica, HELLA ha annunciato che entrerà strategicamente nello spazio delle automobili senza conducente nel 2018 (4).
  • EnerSys (ENS) – Questo produttore di batterie alimenta numerose autovetture e veicoli aerospaziali. Mentre i cambiamenti del mercato automobilistico si muoveranno verso la guida autonoma e l’elettrico, EnerSys potrebbe essere un attore dominante, producendo le batterie che alimentano questi veicoli.
  • Visteon (VC) – Questa società di elettronica e informatica per auto è stata scorporata da Ford nel 2000. Visteon ha sviluppato una piattaforma unica per auto senza conducente, che consente al computer dell’auto di decifrare ciò che lo circonda e guidare da solo.

A ogni azione all’interno della composizione del CopyPortfolio viene assegnata la medesima allocazione, che viene periodicamente ribilanciata dal Comitato per gli Investimenti di eToro. L’investimento minimo nel Driverless CopyPortfolio è $5.000.

Investire nel settore degli autoveicoli a guida autonoma.

È ovvio che ci sono numerosi attori e varie società che operano nel campo delle autovetture senza conducente. Nei prossimi anni, è probabile che altre società, sia esistenti che nuove, si uniranno al settore, mentre l’auto autonoma diventerà un fenomeno globale, prodotto in serie. Mentre l’industria prende forma, eToro ti consente di entrare a far parte della prima ondata di investitori e prendere parte a questo entusiasmante settore automobilistico/tecnologico. Utilizzando il Driverless CopyPortfolio, puoi accedere ad un portafoglio d’investimento totalmente allocato e gestito, e ottenere l’esposizione al settore.

Fonti:

  1. https://newsroom.intel.com/newsroom/wp-content/uploads/sites/11/2017/05/passenger-economy.pdf
  2. https://www.bloomberg.com/news/articles/2017-09-11/vw-ceo-vows-to-offer-electric-version-of-all-300-models-by-2030
  3. https://www.bizjournals.com/dallas/news/2017/05/17/texas-instruments-targets-self-driving-cars-more.html
  4. http://safecarnews.com/hella-is-strengthening-its-strategic-approach-towards-autonomous-driving/
  5. https://techcrunch.com/2018/07/03/baidu-just-made-its-100th-autonomous-bus-ahead-of-commercial-launch-in-china/
  6. https://www.bmw.com/en/automotive-life/autonomous-driving.html

Tutte le informazioni presentate sono disponibili pubblicamente

Il tuo capitale è a rischio. Le prestazioni passate non sono indicative per i risultati futuri. I dati presentati sono inferiori a cinque anni e potrebbero non essere sufficienti come base valida per prendere una decisione d’investimento. Questo non è un consiglio di investimento. Trading in CFD.

18 Visualizza