Il nuovo ceppo di coronavirus innesca un ribasso momentaneo su Bitcoin – Roundup settimanale sulle criptovalute, 29 novembre 2021

MANA guadagna il 25%: tutti pazzi per il metaverso

Bitcoin si sta riprendendo e viaggia verso quota 58.000$, dopo che l’incertezza legata al coronavirus ha fatto precipitare i prezzi durante il Black Friday.

I mercati tradizionali e quelli delle criptovalute sono crollati all’unisono alla notizia che una nuova variante di Covid-19 è stata identificata in Sudafrica, portando Bitcoin momentaneamente sotto i 54.000$. Sul banco degli imputati c’è anche il recente giro di vite sulle monete virtuali della Cina, e alcuni analisti hanno persino indicato tra le cause la morte di Mr. Goxx, il criceto trader di criptovalute. Ma, a prescindere dalla causa, il calo ha fornito un’opportunità di acquisto per il presidente di El Salvador, Nayib Bukele, che si è procurato 100 Bitcoin a sconto per le casse pubbliche del paese.

Nel frattempo, diverse altcoin si sono rivelate immuni al panico da coronavirus. Basic Attention Token (BAT) ha contrastato la tendenza ribassista realizzando un massimo storico di quasi 2$, mentre il gettone del metaverso MANA ha accumulato un altro 25% e Zcash ha messo a segno il 18%.

Gli eventi della settimana

  • Grayscale vede il metaverso a 1 trilione di dollari e MANA balza del 25%
  • Zcash mantiene l’impulso rialzista

Grayscale vede il metaverso a 1 trilione di dollari e MANA balza del 25%

I gettoni del metaverso MANA ed Enjin hanno guadagnato rispettivamente il 25% e il 7% nell’ultima settimana, sulla scia del costante ottimismo che circonda in generale il metaverso e i giochi basati sulla blockchain.

Giovedì il gestore patrimoniale di criptovalute Grayscale ha affermato che il metaverso un giorno potrebbe produrre 1$ trilione di fatturato annuo, echeggiando le dichiarazioni della banca d’investimento Morgan Stanley, secondo cui giochi e gettoni non fungibili del metaverso potrebbero crescere fino a rappresentare il 10% del mercato totale dei beni di lusso entro il 2030.

Approfittando dell’ottimismo, la memecoin Shiba Inu ha tentato di farsi largo a forza per entrare nel metaverso con una nuova iniziativa di gaming, ma non è riuscita a risvegliare gli entusiasmi e le quotazioni sono crollate di quasi il 10%.

Zcash mantiene l’impulso rialzista

Dall’annuncio della sua transizione al proof-of-stake Zcash ha guadagnato il 65%, con un balzo del 17% solo nell’ultima settimana.

Lo slancio della valuta legata alla privacy è stato sostenuto dai commentatori di Twitter, come il fondatore del Digital Currency Group Barry Silbert, che ha citato Zcash nei suoi tweet, e l’informatore Edward Snowden, che ha definito Zcash la sua alternativa preferita a Bitcoin.

Gran parte dell’entusiasmo che circonda la criptovaluta è dovuta al ruolo che potrebbe giocare nella finanza decentralizzata (DeFi): una recente relazione di Grayscale indica che potrebbe diventare la privacy coin predefinita per l’intero ecosistema.

La settimana che ci attende

Malgrado l’incertezza sul ceppo emergente di coronavirus continui a pesare sul mercato, la rapida ripresa di Bitcoin potrebbe preparare il terreno a un altro impulso rialzista nella settimana a venire.

Nel mondo delle altcoin, la Binance Smart Chain è destinata a subire martedì un’hard fork (biforcazione senza retrocompatibilità) che potrebbe spingere verso l’alto la valuta nativa BNB.

9964 Visualizza