Come evitare decisioni emotive e impulsive negli investimenti

Questo blog è stato scritto da Muhab Hasan, Popular Investor appassionato di investimenti fin dall’età di 12 anni, ora studente di ingegneria meccanica presso una delle più importanti università britanniche.

Mini glossario

  • Introduzione
  • Capire la propria strategia
  • Standardizzare la ricerca
  • Prendere appunti
  • Conclusione

Introduzione

Il mercato azionario è uno tra i più volatili. Teoricamente, con un solo clic è possibile aprire o chiudere una posizione azionaria del valore di migliaia di dollari. Questo offre la straordinaria opportunità di acquistare e vendere in qualsiasi momento, favorendo la liquidità dell’investimento, ma apre anche la strada a decisioni dettate dall’emotività e dal panico, che potrebbero in teoria far perdere tutto il denaro investito. 

Secondo Investopedia (2020), le decisioni di investimento dettate dalla paura e dall’avidità sono tra i principali motivi che portano un numero sempre più elevato di persone ad acquistare ai prezzi massimi e vendere ai minimi. Durante il crash finanziario del 2007-2008, i flussi netti in uscita hanno raggiunto il picco più alto quando il mercato aveva toccato i livelli minimi, abbassando enormemente il valore degli investimenti, ma la paura ha impedito a molti di reinvestire. Capire come evitare di prendere decisioni sull’onda delle emozioni è quindi fondamentale per investire con successo.

Esistono molti articoli sulla gestione del rischio e sul metodo del Dollar-Cost Averaging (DCA) come strategie per evitare di farsi influenzare dall’emotività. Per quanto possano essere importanti, però, non credo che queste soluzioni risolvano il problema alla radice. Personalmente, utilizzo un metodo in tre fasi che mi consente di decidere sui miei investimenti in base alla logica. 

Capire 🡪 Standardizzare 🡪 Prendere appunti

Capire la tua strategia

Questo può sembrare un consiglio relativamente semplice, ma è alla base di tutto. Quando investi in un’azienda, poniti sempre questa domanda: “Mi sto allontanando dalle tipologie di aziende che ho la capacità di studiare e nelle quali desidero investire?”. In caso di risposta affermativa, a meno che tu non abbia preso nota di tutti i dati a conferma della tua tesi per cui questo sarebbe un buon acquisto, potresti farti trascinare dal timore di perdere profitti facili e rapidi.

Non è sbagliato investire in un’azienda che non è conforme ai criteri della tua strategia, se vedi un’opportunità. Personalmente, nel mio portafoglio detengo azioni di una sola società che paga un dividendo, mentre investo principalmente in titoli GARP e growth. In ogni caso, non solo ho fatto tutte le ricerche necessarie sull’azienda, basandomi su dati concreti, ma ho anche creato un video su YouTube che spiega per quale motivo si tratta di un buon acquisto, per essere sicuro di non aver tralasciato nulla.

Standardizzare

Se non vuoi leggere tutto l’articolo, assicurati però di leggere questo paragrafo.

 Puoi ridurre drasticamente le possibilità di acquisto o vendita “da panico” semplicemente standardizzando il modo in cui fai ricerca sulle aziende nelle quali vuoi investire. Crea una tabella in Excel dove annotare tutti i dati che generalmente consulti per analizzare un’azienda, oltre a una sezione dove annoterai i vantaggi e gli svantaggi dell’attività, della gestione, delle entrate aziendali, e così via. Dopo aver creato la tabella in Excel, puoi consultarla quando vuoi capire il motivo che ti ha portato ad acquistare quel titolo e quali sono le tue previsioni per i prossimi mesi o anni.

Avendo a disposizione una tabella standardizzata per tutti i titoli simili che hai studiato, puoi anche iniziare a confrontare diverse aziende in modo semplice e rapido, e prendere decisioni d’investimento migliori per aumentare i profitti. 

Prendere appunti

Può sembrare scontato, ma prendere appunti è di grande beneficio. Prendi nota anche dei dettagli più semplici che pensi di poter ricordare, del metodo che segui e dei dati che consideri quando studi un’azienda. È meglio avere a disposizione degli appunti piuttosto che basarti sulla tua memoria, perché in questo modo puoi assicurarti di non dimenticare nulla.  

Conclusione

In sintesi, si tratta di basare le tue scelte sui dati e sulla ricerca anziché farti guidare dall’istinto. Inoltre, quando vorrai riesaminare le tue decisioni di acquisto dopo un certo periodo di tempo, se avrai utilizzato un metodo scritto standardizzato per le tue ricerche potrai dedicare meno tempo ed energie a ricordare le motivazioni che ti hanno portato a investire in un’azienda.

Il tuo capitale è a rischio

Questa è una comunicazione di marketing e non dovrebbe essere considerata come una consulenza in materia di investimenti, né come un consiglio personale o un’offerta o una sollecitazione a comprare o vendere qualsiasi strumento finanziario. Questo materiale è stato preparato senza tenere conto degli obiettivi di investimento di un destinatario particolare o di una situazione finanziaria precisa, e non è stata preparato in ottemperanza con i requisiti legali e normativi per la promozione di ricerche indipendenti. Qualsiasi riferimento a performance future o passate di uno strumento finanziario, di un indice o di un prodotto di investimento in un pacchetto non sono e non dovrebbero essere considerati come un indicatore affidabile per risultati futuri. eToro non rilascia alcuna dichiarazione e non si assume alcuna responsabilità circa l’accuratezza o la completezza del contenuto di questa pubblicazione, la quale è stata preparata utilizzando informazioni pubblicamente disponibili.

1513 Visualizza