Queste aziende leader stanno sviluppando un vaccino contro il coronavirus: quale sarà la prima a commercializzarlo?

Mentre la pandemia di Covid-19 continua a creare forti problemi in tutto il mondo e i paesi cercano disperatamente di contenere il virus, la necessità di un vaccino risulta evidente. La buona notizia è che il numero di potenziali vaccini in fase di sviluppo continua a crescere, con diverse aziende che già conducono studi clinici di stadio avanzato.

il tuo capitale è a rischio.

Le sperimentazioni cliniche per un vaccino sono generalmente suddivise in tre fasi: la prima fase prevede la sperimentazione su un piccolo gruppo. Se il vaccino si rivela sicuro per numeri limitati, si passa alla fase 2, che prevede i test su un maggior numero di persone. La terza fase, l’ultima e più rigorosa, prevede i test su larga scala con decine di migliaia di persone e si concentra principalmente sulla dimostrazione dell’efficacia del vaccino.

Le aziende elencate qui si seguito sono attualmente coinvolte in una gara contro il tempo per sviluppare un vaccino per il coronavirus che possa essere immesso sul mercato il prima possibile.

Sanofi e GlaxoSmithKline

Nel luglio 2020, il produttore francese di farmaci Sanofi e il gigante farmaceutico britannico GSK hanno annunciato uno sforzo collaborativo, con l’obiettivo finale di fornire al governo degli Stati Uniti milioni di dosi di vaccino contro il Covid. Anche l’Unione europea e il Regno Unito si sono assicurati i propri accordi. Questo è uno dei due vaccini sviluppati da Sanofi, che ha collaborato anche con la statunitense Translate Bio. Tuttavia, la collaborazione con GSK attualmente è avanzata e già nella fase di sperimentazione due.

Il tuo capitale è a rischio. Questo non è un consiglio d’investimento.

Pfizer e BioNTech

Pfizer, il colosso farmaceutico statunitense, sta sviluppando candidati al vaccino in tutto il mondo con il suo partner BioNTech, ad eccezione della Cina, dove Pfizer sta lavorando con la locale Fosun Pharma. Uno dei loro candidati per i test attualmente è a cavallo tra le fasi due e tre. BioNTech ha sviluppato la piattaforma di vaccino attualmente in uso mRNA, e Pfizer sta contribuendo a una solida esperienza in R&S, produzione e distribuzione dei vaccini.

Il tuo capitale è a rischio. Questo non è un consiglio d’investimento.

Moderna

Secondo un recente studio pubblicato sul New England Journal of Medicine, il vaccino sperimentale per il coronavirus di Moderna sembra essere sicuro e sta mostrando segni di successo negli adulti più anziani. Questo è un segno molto positivo, considerando che molti vaccini non funzionano bene negli anziani come nelle persone più giovani e, nel caso del Covid-19, è la popolazione più anziana a essere più a rischio.

Il tuo capitale è a rischio. Questo non è un consiglio d’investimento.

Novavax

Novavax, con sede negli Stati Uniti, di recente è entrata nella terza fase di test in uno studio in corso in Gran Bretagna, in collaborazione con la Taskforce Vaccini del governo del Regno Unito. I dati ottenuti dallo studio saranno utilizzati dalla società per richiedere licenze normative nel Regno Unito, nell’UE e in altri paesi. 

Il tuo capitale è a rischio. Questo non è un consiglio d’investimento.

AstraZeneca

La società farmaceutica britannica AstraZeneca ha collaborato con il gigante dell’educazione, l’Università di Oxford, per il suo candidato al vaccino contro il coronavirus. Di recente, gli studi clinici si sono arenati quando un partecipante si è ammalato, causando una sospensione nello studio. Nonostante la battuta d’arresto, la società sostiene tuttavia che dovrebbe ancora pronta a presentare il vaccino per l’approvazione dei regolatori entro la fine dell’anno, con distribuzione a partire dall’inizio del 2021.

Il tuo capitale è a rischio. Questo non è un consiglio d’investimento.

Johnson and Johnson 

Il gigante farmaceutico americano Johnson & Johnson ha annunciato di recente di essere pronto per la terza fase, e i risultati potrebbero arrivare entro la fine dell’anno o l’inizio del prossimo. Nel 2021, si potrebbero produrre un miliardo di dosi, ciascuna delle quali richiederebbe una sola iniezione, rispetto a due dosi richieste dai vaccini attualmente in fase di sviluppo da Moderna, Pfizer e AstraZeneca.

Il tuo capitale è a rischio. Questo non è un consiglio d’investimento.

Sebbene gli esperti dicano che siamo ad almeno un anno di distanza da un vaccino per il coronavirus disponibile al pubblico, nel frattempo le azioni di queste aziende vedranno sicuramente delle variazioni mentre guadagnano terreno nello sviluppo del vaccino. Assicurati di aggiungerle alla tua Lista Preferiti per tenerti informato.

446769 Visualizza