Nuova Settimana all’insegna delle trimestrali

Riuscirà oggi l’indice americano S&P 500 a invertire la tendenza che vede dal 13 settembre registrare chiusure giornaliere, per la prima seduta della settimana, in territorio negativo?

Intatto, la settimana conclusa ha visto l’indice S&P 500 riportare la sua migliore settimana da luglio, grazie ad una serie di pubblicazioni sugli utili positivi soprattutto dalle Big Banks di Wall Street. Tra le pubblicazioni di dati macroeconomici americani abbiamo assistito ai dati sulle vendite al dettaglio degli Stati Uniti, che sono stati più forti del previsto e le richieste iniziali di lavoro, che hanno registrato i numeri più bassi dall’inizio della pandemia. L’inflazione è tuttavia cresciuta. I Treasuries statunitensi sono scesi mentre il rendimento a 10 anni ha superato l’1,57%, ma più significativo è stato il rendimento a due anni che è salito al massimo da febbraio 2020.

Soprattutto sul lato criptovalute abbiamo avuto le principali novità con la SEC che, con un tweet, si è detta pronta ad approvare il lancio del primo ETF sui futures sul Bitcoin. La notizia ha spinto il prezzo del BTC a superare i $61K, in prossimità dei suoi massimi storici. Anche Polkadot (DOT) ha registrato forti guadagni, fissando per l’11 novembre l’attesissima asta parachain. Infine, Solana (SOL) è stata aggiunta alla piattaforma eToro, diventando la trentaduesima cripto negoziata.

Ma cosa dobbiamo aspettarci in questa settimana?

Come possiamo vedere dal calendario sottostante la settimana sarà ricca di appuntamenti. Tra le varie pubblicazioni spiccano quelle di Tesla, Philip Morris, Intel, Johnson & Johnson e Netflix (dopo il boom di Squid Game).

Le grandi aziende tecnologiche sono di nuovo nel mirino del Congresso con i senatori che preparano un nuovo disegno di legge bipartisan volto a tagliare il potere di Amazon e Google. Anche di grande interesse, Apple (18 ottobre) con il suo evento suoi nuovi MacBook Pro e Riot Blockchain (20 ottobre) che mostrerà quello che si dice essere il più grande impianto di mining di Bitcoin in Nord America. Ulta Beauty ospita il 19 ottobre la sua conferenza virtuale.

Google, sempre il 19 ottobre, terrà il suo evento Pixel Fall Launch e NetApp, il 20 ottobre il suo evento INSIGHT 2021 Digital: Meet the Specialists 2.

La settimana si è aperta con la pubblicazione, nella sessione asiatica, sulla crescita del PIL Cinese. Il dato ha registrato una crescita del 4.9% nel terzo trimestre, evidenziano quindi un rallentamento e ponendo nuove sfide all’agenda cinese sul recupero post pandemia. In particolare, i dati hanno mostrato un calo degli investimenti nel settore immobiliare nazionale (nessuna sorpresa), vendite al dettaglio più forti, ma settori ad alta intensità energetica che rallentano la produzione industriale complessiva.

Ad ogni modo ricordo come ci abbiamo assistito a diversi fattori locali per la Cina – gli effetti climatici, la politica di tolleranza zero verso i contagi COVID-19, e l’impatto dei prezzi dell’energia più alti, in un’economia che è un consumatore di energia inefficiente. Quindi attenzione a letture troppo veloci sul dato.

Restando in tema attenzione alla data del il 23 ottobre, dove scade il tempo per Evergrande per evitare il default, dopo il mancato pagamento della cedola internazionale.

Continua infine il rally energetico. L’aumento dei prezzi del gas naturale (+130% quest’anno) e del carbone (+200%) sta alimentando la domanda di petrolio, con i prezzi del petrolio WTI scambiati a $82.58 (+71% circa da inizio anno). Restando in tema, anche l’uranio ha visto un incremento nell’anno del 57% e il litio del 255%.

Wells Fargo & co. (WFC)

Interessante rottura al rialzo, nella sessione del 15 ottobre, del pattern triangolo, che vede massimi decrescenti da metà agosto e i minimi crescenti. Possibile movimento rialzista del prezzo verso l’area dei $49/$50. La tenuta del supporto, parte superiore del triangolo appena rotto, sarà di fondamentale importanza per la tenuta del modello.

OIL

Continua la crescita del prezzo del petrolio, come più volte riportato nelle passate analisi. La rottura al rialzo dell’area dei $76 ha generato spinte rialziste sul prezzo. La tenuta dell’area degli $84 rappresenterà un test importante per un eventuale proseguimento della tendenza rialzista. Di seguito i principali livelli da monitorare:

Il contenuto di questa newsletter è di natura informativa ed educativa e non può essere considerata come attività di consulenza finanziaria né come raccomandazione all’investimento.

Performance passate non sono indicative di performance future. Il trading è rischioso e si raccomanda di rischiare solo il capitale che si è disposti a perdere.

Il prezzo delle cryptovalute può variare significativamente e non sono adeguate per tutti gli investitori. Il trading sulle cryptovalute non è supervisionato da alcun quadro regolatorio dell’Unione Europea

156 Visualizza