Vendite al dettaglio sostengono Wall Street

Giornata di martedì in territorio positivo per i mercati azionari, sostenuti dalle positive pubblicazioni sulle vendite al dettaglio in America.

Proprio la suddetta pubblicazione merita un approfondimento a riguardo, ricordando come la componente consumo rappresenta un importante aspetto del PIL americano. Le vendite al dettaglio hanno registrato un incremento dell’1,7% a ottobre, sostenute dal comparto auto e stazioni di servizio. Rialzo anche per le vendite al dettaglio online e per i negozi di materiali da costruzione. Unica nota stonata i dati in diminuzione sulle vendite nei negozi di abbigliamento e i valori invariati per le vendite di ristoranti e bar, nonostante il calo dei contagi da COVID-19.

L’agenda odierna vede l’attenzione degli investitori spostarsi nel Regno Unito con la pubblicazione dei dati sull’inflazione al consumo – da monitorare attentamente per valutare nuove pressioni su possibili rialzi dei tassi d’interesse da parte della BoE. Dato sull’inflazione atteso inoltre anche per la Eurozone e per il Canada. Da segnalare come il petrolio potrebbe registrare movimenti con la pubblicazione settimanale sulle scorte in America.

Per il lato trimestrali, oggi l’attenzione si sposta sulle pubblicazioni per Target, Lowe’s per il comporto della grande distribuzione; Zim per i container; Cisco, Baidu nel tecnologico ma soprattutto la grande attesa è per Nvidia – protagonista da diversi anni di crescita e di intercettazione di importanti megatrend.

A sostenere i listini americani i settori del consumo ciclico e tecnologico, in correzione invece il settore energetico e dei materiali di base. All’interno del settore tecnologico non si fermano i guadagni per le società di semiconduttori –  ieri forti rialzi per AMD +4.07% e Qualcomm +7.89%. I dati sulle vendite al consumo hanno anche sostenuto gli acquisti sulle aziende dei pagamenti, vedi MasterCard +2.27% e Visa +1.36%. Nuovo sorpasso da parte di Rivian Automotive. La società ha superato la capitalizzazione di Volkswagen attestandosi ora a $151.95 mld, al terzo posto per capitalizzazione nel settore automobilistico – alle spalle solamente di Tesla e Toyota. 

Fiammata al rialzo per i prezzi del gas, a seguito della decisione tedesca di sospendere “temporaneamente” il processo di certificazione per il gasdotto Nord Stream 2. L’intensificarsi della crisi sul fronte bielorusso e ucraino sta mettendo a ferri corti i rapporti, già tesi, tra Unione Europea e Mosca.

Continua la correzione all’interno del mercato delle criptovalute con Bitcoin che fatica a mantenersi sopra l’area dei $60.000 – attualmente è scambiata a $59.764. Da ricordare come BTC ha visto un rally del 133% dai minimi del 20 luglio 2021  ai massimi del 10 Novembre 2021. Nel frattempo, l’India si preparare a legalizzare il Bitcoin. Un incontro di parlamentari indiani e rappresentanti delle criptovalute si è concluso con la decisione di regolamentare questo settore. Dopo il ribaltamento del divieto della banca centrale da parte della Corte Suprema nel 2020, l’industria delle criptovalute è cresciuta in modo significativo al punto che Coinbase ha aperto un ufficio in India.

EURUSD

Non si ferma la discesa della coppia EURUSD. Dopo l’analisi di giovedì scorso, 11 novembre, dove evidenziavamo l’attenzione sulla tenuta dei livelli di 1.138 e in estensione 1.13, la coppia valutaria è attualmente scambiata a 1.13069 – in prossimità del livello 61.8 di Fibonacci. Come precedentemente sostenuto da monitorare la tenuta di 1.13, eventuale rottura potrebbe spingere i prezzi verso l’area di 1.12-1.11. 

Bitcoin

Continua la correzione per la criptovalute BTC, -15% dai suoi massimi del 10 novembre. Il token viene ora scambiato in prossimità di due importanti livelli: il livello psicologico dei $60.000 e il supporto dinamico della media mobile a 50 periodi. Una eventuale rottura di tali livelli potrebbe creare ulteriori pressioni ribassiste, con l’area dei $52.000 di rilievo – livello 38.2 di Fibonacci e media mobile giornaliero a 100 periodi.

Il contenuto di questa newsletter è di natura informativa ed educativa e non può essere considerata come attività di consulenza finanziaria né come raccomandazione all’investimento.

Performance passate non sono indicative di performance future. Il trading è rischioso e si raccomanda di rischiare solo il capitale che si è disposti a perdere.

Il prezzo delle cryptovalute può variare significativamente e non sono adeguate per tutti gli investitori. Il trading sulle cryptovalute non è supervisionato da alcun quadro regolatorio dell’Unione Europea

91 Visualizza