Avner Meyrav
Da Avner Meyrav
25287 Visualizza

Il gigante addormentato si è svegliato: ecco come investire nella tecnologia cinese

Nonostante le recenti battute d’arresto causate dalla pandemia globale di coronavirus, che ha avuto origine in Cina, la nazione asiatica sembra essere pronta a spingere al massimo e continuare nella sua ricerca di leadership globale.

Per decenni, la Cina è stata considerata un “gigante addormentato”, in attesa di rivendicare il suo posto come potenza tecnologica, industriale e finanziaria. Ora, l’attesa è finita. Il gigante si è svegliato e la Cina è un leader globale. Tuttavia, quando si tratta di tecnologia, essere uno dei migliori potrebbe non essere sufficiente per i cinesi. La Cina sta pianificando di rivendicare, e mantenere, il primo posto, e ad ogni progresso si creeranno opportunità d’investimento.

eToro ha creato il ChinaTech CopyPortfolio che offre agli investitori un’esposizione al mercato tecnologico cinese.

L’ascesa meteorica della Cina

Dopo che per anni è stata vista come “la fabbrica del mondo”, che forniva servizi ad altre nazioni e considerata un produttore di bassa qualità, la Cina ha deciso di non rimanere più nell’ombra. Si è posta l’obiettivo di diventare un leader globale ed è riuscita a farlo a una velocità impressionante. Un buon esempio è il mercato degli smartphone. Meno di una decade fa, gli Stati Uniti e la Corea dominavano questo mercato. I marchi noti del mercato erano americani e coreani, nonostante producessero molti dei loro dispositivi e componenti in Cina. Oggi, molti dei principali produttori di smartphone del mondo provengono dalla Cina. Inoltre, praticamente tutte le categorie tecnologiche hanno un attore cinese dominante.

Ma come si è arrivati a questo? Nel 2006, quando Apple iniziava a lavorare duramente sul suo primo iPhone e Facebook e Twitter iniziavano a guadagnare popolarità, la Cina creava il suo Programma Nazionale di Medio e Lungo Termine per lo Sviluppo Scientifico e Tecnologico (MLP). Questo ambizioso programma ha posto il 2020 come termine ultimo affinché la Cina diventasse un potente attore nell’innovazione tecnologica globale. Entro il 2050, la Cina vuole diventare il leader globale nella scienza e nell’innovazione. Finora, il gigante asiatico è più che sulla buona strada. Dalla metà degli anni 2000, la Cina è seconda solo agli Stati Uniti nella spesa in R&S rispetto al PIL¹. Oggi, il 20% circa della spesa mondiale totale in R&S proviene dalla Cina².

Puntando ai mercati del futuro

È ovvio che il governo cinese punta alla prosperità e alla crescita tecnologica a lungo termine. Non sorprende perciò che la Cina si stia concentrando su molte industrie e settori che si prevede cresceranno in modo esponenziale nel prossimo futuro. Ad esempio, la Cina è leader mondiale sia nello sviluppo che nella diffusione delle reti 5G, che nei prossimi anni avranno un impatto su tutte le forme di comunicazione.

Un’altra enfasi è posta sull’intelligenza artificiale. La Cina si è fissata l’obiettivo di diventare il leader mondiale dell’intelligenza artificiale entro il 2030 e ha già mostrato sviluppi impressionanti, come i medici dotati di intelligenza artificiale, i conduttori di notiziari e altro ancora. E ci sono molti altri mercati che la Cina intende capeggiare. Le auto a guida autonoma che competono con tutto ciò che l’Occidente sta sviluppando sono già state sottoposte a test da giganti della tecnologia come Baidu, e i droni che possono trasportare passeggeri in modo autonomo sono già stati testati nella città di Guangzhou.

Aggiungendo queste promettenti tecnologie emergenti al suo già esistente predominio in campi come gli smartphone, i semiconduttori e lo sviluppo di applicazioni, la Cina è sulla via del predominio tecnologico globale a cui ambisce. In particolare nel settore delle app, applicazioni come WeChat di Tencent che integrano con successo i pagamenti digitali nei social network, hanno conquistato il mercato cinese e raggiunto il successo laddove le aziende occidentali non sono riuscite a penetrare.

Investire nella tecnologia cinese

Con i suoi piani a lungo termine in atto e una comprovata esperienza, è facile presumere che il ruolo della Cina nel mercato tecnologico globale diventerà sempre più importante. Naturalmente, sono in gioco ingenti somme di denaro e molti investitori sono alla ricerca di un modo per investire in Cina.

 

Per dare agli investitori un’esposizione alla tecnologia cinese, eToro ha creato il ChinaTech CopyPortfolio. Questa strategia d’investimento gestita si focalizza su società tecnologiche cinesi e su società tecnologiche globali che generano gran parte dei loro ricavi in Cina. Gli investitori che credono nel potenziale della tecnologia cinese e vogliono entrare in questa opportunità d’investimento possono già aggiungere ChinaTech alla loro Lista Preferiti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 75% degli investitori retail perde denaro quando fa trading di CFD con questo fornitore. Dovresti valutare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi assumerti il rischio elevato di perdere il tuo capitale.

CopyPortfolio è un servizio di gestione degli investimenti fornito da eToro Europe Ltd., autorizzato e regolato dalla Cyprus Securities and Exchange Commission. Il tuo capitale è a rischio

Fonti:

  1. https://thediplomat.com/2018/08/understanding-chinas-technological-rise/
  2. https://ec.europa.eu/knowledge4policy/foresight/topic/expanding-influence-east-south/industry-science-innovation_en
25287 Visualizza