I veicoli autonomi possono rivoluzionare il concetto di viaggio — ci riusciranno?

Gli investitori hanno una visione panoramica della rivoluzione della guida autonoma che si sta svolgendo sotto i loro occhi

Recentemente Cruise, la controllata di General Motors che si occupa di veicoli autonomi, ha annunciato l’intenzione di avere almeno un milione di veicoli a guida autonoma nella loro flotta entro il 2030.A fine settembre 2020 Woven Planet, il reparto di ricerca di Toyota Motor Corporation, ha acquisito Renovo, una società di software per sistemi operativi automobilistici, con l’obiettivo di supportare uno sviluppo più rapido dei veicoli a guida autonoma della casa.

Anche se per vedere veicoli a guida totalmente autonoma dovremo ancora attendere degli anni, il membro Repubblicano al Congresso Cathy McMorris Rodgers ha dichiarato di augurarsi che il governo anticipi i tempi e prepari un quadro normativo per questioni come sicurezza informatica, protezione e altri standard.Ha paragonato la transizione futura dai veicoli normali a quelli a guida autonoma a quella che ha portato dal calesse trainato da un cavallo al primo Modello T della Ford.In breve, McMorris Rodgers ha definito il cambiamento “trasformativo”, e spera che l’America sia in prima fila.

Anche altri membri del Congresso comprendono l’importanza di questa transizione. Il deputato Repubblicano Darrel Issa e la deputata Democratica Yvette Clark hanno fondato il Congressional Smart Cities Caucus, con l’obiettivo di educare e creare connessioni tra i legislatori, preparandoli alle nuove tecnologie intelligenti che avranno un impatto drammatico sul funzionamento delle città. Il 12 ottobre scorso la Consumer Technology Association ha tenuto un webinar dove i dirigenti di Aurora, Reef Technology e Argo AI hanno discusso con i membri del Congresso sopra menzionati l’importanza della collaborazione tra il governo federale e le compagnie di veicoli a guida autonoma, in modo da facilitare l’arrivo di questa nuova era del trasporto.

Una rivoluzione

Il commento di McMorris Rodgers sottolinea la rivoluzione che i veicoli autonomi possono portare nella vita delle persone in tutto il mondo. Il servizio Metro North Commuter Railroad un tempo promuoveva i suoi servizi ferroviari con lo slogan: “Your train time is your own time” (il tempo che passi nel treno è il tuo tempo).Un’auto a guida autonoma farebbe la stessa cosa, lasciando che il tempo sia gestito dal passeggero come meglio crede.Il veicolo diventerebbe uno spazio di svago mentre si sposta verso il punto di arrivo.Decidere quando partire per una certa destinazione diventerebbe molto più flessibile, perché i passeggeri avrebbero modo di dormire o fare altro durante il viaggio.Le auto potrebbero parcheggiarsi da sole, eliminando infinite ricerche per un posto macchina. 

I veicoli autonomi potrebbero anche risolvere un grosso problema di sicurezza: l’errore umano.Le distrazioni, la stanchezza, il sonno alla guida, cause di tantissimi incidenti, sarebbero eventi significativamente ridotti grazie alla guida autonoma.

Non è solo una questione di sicurezza, ma anche economica. Ad esempio, in Australia, l’Australia Road Safety Foundation ha stimato che gli incidenti automobilistici costano all’economia 30 miliardi di dollari all’anno. Con una cifra del genere, anche una piccola riduzione del numero di incidenti porterebbe a un risparmio enorme. Maggiore sicurezza sulla strada porterebbe a una riduzione del costo delle polizze.

Grazie alla ridotta necessità di interazione dell’uomo, un’innovazione del genere potrebbe permettere l’utilizzo dell’auto anche da persone disabili, rendendole di conseguenza più indipendenti.Un vantaggio involontario di questa innovazione sarebbe quindi un aumento dell’inclusività.

Le aziende che cercano di produrre veicoli a guida autonoma stanno lavorando prestando molta attenzione all’ambiente. Questi veicoli saranno probabilmente elettrici, riducendo così l’inquinamento su strada.Inoltre, lo stile di guida di un veicolo autonomo, che necessita di meno frenate e accelerazioni, contribuirebbe anche alla riduzione delle emissioni. 

Il tuo capitale è a rischio

Preoccupazioni riguardanti i veicoli a guida autonoma 

Il potenziale rivoluzionario dei veicoli autonomi porta con sé anche qualche preoccupazione.Alcune di queste preoccupazioni includono: potenziali errori del computer che potrebbero causare un incidente; chi sarebbe responsabile in caso di incidente; garantire che il sistema informatico dell’auto sia protetto dagli hacker; rendere le macchine economicamente accessibili; la convinzione che, per quanto un computer possa essere un conducente migliore nel caso sia in gioco un dilemma morale, sarebbe meglio avere alla guida un essere umano.

La panoramica di una rivoluzione

Case automobilistiche tradizionali, nuove compagnie e fornitori di servizi tecnologici per la guida autonoma si stanno sfidando sul mercato per realizzare il prodotto migliore.Gli investitori hanno la fortuna di poter assistere a questo processo da un punto di osservazione panoramico.Il settore delle aziende che producono il software e l’hardware necessari per questi veicoli offre agli investitori una vasta gamma di opportunità di investimento, che comportano rischi ma anche grandi opportunità. 

L’industria automobilistica dovrebbe raggiungere 9 trilioni di dollari di fatturato globale entro il 2030. Si prevede che il mercato dei veicoli a guida autonoma crescerà dai 56 miliardi del 2020 a 220 miliardi di dollari nel 2025. Le aziende in prima linea nella produzione di tecnologia e altri componenti di veicoli autonomi potrebbero trarre enormi benefici.

Come per molti altri investimenti, capire quali saranno le aziende di maggior successo rappresenta una vera sfida. Inoltre, gli investitori potrebbero desiderare di diversificare i loro investimenti all’interno di questi due settori dell’industria automobilistica. eToro ha tentato di affrontare queste sfide creando una serie di CopyPortfolio. 

In generale, si tratta di una serie di portafogli che si concentrano su un gruppo specifico di asset finanziari. Questi asset possono essere legati a un settore tradizionale dell’economia, oppure a una tecnologia innovativa che potrebbe rivoluzionare alcuni settori, mentre altri potrebbero concentrarsi su attività legate a un’area geografica specifica.L’obiettivo consiste nel fornire agli investitori l’opportunità di accedere a un settore di cui potrebbero essere appassionati, oppure di investire in quella che vedono come la prossima rivoluzione. Inoltre, i CopyPortfolio permettono agli investitori di diversificare il proprio portafoglio all’interno di un determinato settore, o di una strategia di investimento.

In tema di veicoli autonomi, eToro ha creato il CopyPortfolio Driverless, attraverso il quale gli utenti della piattaforma possono investire in un paniere assemblato di compagnie che sono all’avanguardia nella rivoluzione dei veicoli elettrici e a guida autonoma.Il portafoglio permette all’investitore di ottenere un’esposizione nei confronti di varie compagnie che stanno alimentando queste rivoluzioni dei trasporti, il tutto con un singolo asset, invece di doversi dedicare ad ogni titolo individualmente.

La corsa alla produzione di veicoli a guida autonoma sarà uno spettacolo da non perdere, dove le aziende dovranno migliorare e improvvisare di continuo per avere successo in una trasformazione che alcuni hanno paragonato alla Rivoluzione Industriale.

Tuttavia, mentre il prodotto finito di un veicolo completamente autonomo può rappresentare una rivoluzione, il processo per arrivarci non è drastico, ma graduale.Le case automobilistiche realizzano costantemente nuove funzionalità per i veicoli attuali, avvicinandoci passo dopo passo a veicoli completamente autonomi. Ognuna di queste nuove funzionalità porta un progresso tecnologico ai veicoli attuali, e nel loro insieme creeranno un veicolo completamente autonomo.

Il tuo capitale è a rischio

Questa comunicazione è a scopo esclusivamente informativo ed educativo e non va intesa come una consulenza in materia di investimenti, una raccomandazione personalizzata, un’offerta o una sollecitazione a comprare o a vendere un qualsiasi strumento finanziario. Questo materiale è stato preparato senza tener conto degli obiettivi di investimento e della situazione finanziaria di un destinatario particolare, e non è stato predisposto in ottemperanza ai requisiti legali e normativi per la promozione di ricerche indipendenti. Qualsiasi riferimento a performance future o passate di uno strumento finanziario, indice o prodotto di investimento complesso, non è, e non dovrebbe essere considerato come un indicatore affidabile dei risultati futuri. eToro non rilascia alcuna dichiarazione e non si assume alcuna responsabilità circa l’accuratezza o la completezza del contenuto di questa pubblicazione.

 

25806 Visualizza