Vediamo come l’aumento dell’inflazione si lega alla diversificazione

L’importanza di diversificare il portafoglio non può essere sottolineata a sufficienza. La diversificazione è una strategia di gestione del rischio per cui si investe in una gamma di asset finanziari diversi e che, in caso di forte volatilità del mercato, può ridurre l’eventualità di subire perdite importanti. L’importanza della diversificazione è evidente nella fase di inflazione elevata che stiamo vivendo. 

Il mercato delle materie prime sta impazzendo

Quest’anno stiamo assistendo a sviluppi significativi sul mercato che non ricevono la dovuta attenzione. Non perché la loro importanza e le loro implicazioni non vengano comprese, ma piuttosto perché vengono oscurati da altri eventi. Fino alla fine di maggio, tutta l’attenzione si era concentrata sull’impennata delle criptovalute, da Bitcoin a Dogecoin, e poi sul loro crollo. Ma nel 2021 il mercato delle materie prime è lievitato e, se non fosse per le criptovalute, questo sarebbe un obiettivo primario dei mercati. 

Nel grafico qui sotto, puoi vedere l’impennata dei contratti future dalla metà del 2020. L’impennata dei prezzi di questi contratti provoca un aumento dei prezzi dei beni di consumo, che porta poi all’inflazione.

Past performance is not an indication of future results.

La scarsità di semiconduttori genera inflazione

Il settore dei semiconduttori è un altro campo che genera inflazione.

Al momento, c’è una carenza di chip nel mondo che potrebbe avere ripercussioni significative sull’economia globale. Ad esempio, sebbene i semiconduttori rappresentino solo lo 0,3% del PIL degli Stati Uniti, i prodotti che li utilizzano rappresentano il 12%. I chip sono infatti il cervello di tutti i dispositivi elettronici.

La carenza di chip è cominciata all’inizio della pandemia, quando le case automobilistiche ne acquistavano di meno, pensando che i lockdown avrebbero ridotto le vendite di auto. Contemporaneamente, gli acquisti di beni di consumo che utilizzano chip sono aumentati. Le vendite di auto si sono riprese più rapidamente del previsto, creando una situazione in cui i due settori si contendevano i chip dei produttori di semiconduttori, mentre la produzione dei chip è rimasta costante. 

L’intensa concorrenza per i chip ha provocato un aumento generale dei prezzi, o, in altre parole, l’inflazione, e si stima che la carenza di chip non si risolverà in tempi brevi.

Il tuo capitale è a rischio. Si applicano altre commissioni. Per ulteriori informazioni visita etoro.com/trading/fees

Interessi emessi come ARSN 637 489 466. Promosso da eToro AUS Capital Limited AFSL 491139. Il tuo capitale è a rischio. Si applicano altre commissioni. Consulta i PDS.

L’inflazione erode il profitto reale delle società tecnologiche

Nell’ultimo anno, il governo federale degli Stati Uniti ha speso più di 5 mila miliardi di dollari per la legge sugli aiuti per il Covid-19. Questi pacchetti di aiuti si aggiungono al normale bilancio federale e stanno ingrossando in modo significativo il debito federale. Anche se la Fed può continuare a stampare denaro ininterrottamente, gli effetti si fanno sentire sul mercato obbligazionario.

Ma, nei fatti, l’inflazione elevata danneggia le società tecnologiche. Il motivo è che la valutazione di entità ad alta crescita come le società tecnologiche si basa sulla previsione di un aumento percentuale del flusso di cassa su base annua. L’inflazione elevata erode però i profitti reali a lungo termine. In aggiunta, l’incertezza dei tassi di interesse rende al momento più difficile valutare le società.

Diversi asset finanziari si contendono il denaro degli investitori. Con l’aumento dei tassi di interesse, investire in obbligazioni può essere improvvisamente più attraente che investire in azioni. Ciò è dovuto al fatto che, per ridurre l’inflazione a lungo termine, è necessario aumentare i tassi di interesse. Ad un certo punto, quindi, le obbligazioni che si basano sui tassi di interesse potrebbero diventare un investimento più attraente.

Il tuo capitale è a rischio.

Interessi emessi come ARSN 637 489 466. Promosso da eToro AUS Capital Limited AFSL 491139. Il tuo capitale è a rischio. Si applicano altre commissioni. Consulta i PDS.

Le società finanziarie prosperano durante i periodi di inflazione

La diversificazione del portafoglio non può essere sottolineata a sufficienza. La diversificazione può ridurre l’esposizione al rischio degli investitori, in quanto gli investimenti vengono spalmati su varie classi di asset. Un tasso crescente di inflazione offre agli investitori la possibilità di tutelare gli  investimenti investendo in asset finanziari che crescono durante i periodi di inflazione. Le banche, per esempio, concedono prestiti sui quali riscuotono degli interessi. L’inflazione provoca tassi di interesse più elevati e, pertanto, le banche ottengono profitti maggiori dai prestiti. Tuttavia, l’aumento dell’inflazione avvalora una delle lezioni più importanti degli investimenti, ovvero la diversificazione del portafoglio.

Il tuo capitale è a rischio. Si applicano altre commissioni. Per ulteriori informazioni visita etoro.com/trading/fees

Il 67% degli account degli investitori retail perde denaro quando fa trading in CFD con questo fornitore. Dovresti valutare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere il tuo denaro.

eToro AUS Capital Limited AFSL 491139. I derivati OTC utilizzano la leva e vengono considerati prodotti finanziari a rischio. Rischi di perdere tutto il tuo investimento. Consulta i nostri PDS prima di investire.

941 Visualizza