Ti presentiamo un Popular Investor di livello Elite: Pietari Laurila

Pietari Laurila, anche conosciuto come triangulacapital, dichiara che il suo obiettivo è ottenere una performance superiore a quella dell’indice MSCI World nel lungo termine (oltre i 5 anni). La sua strategia consiste nel value investing, ma se vuoi copiarlo, assicurati di poter sostenere un’alta volatilità a breve termine. Pietari, Popular Investor di eToro, porta con sé oltre 17 anni di esperienza nella gestione di portafogli azionari. Il nome utente che utilizza su eToro, “Triangula Capital”, è anche il nome della sua strategia di investimento. Pietari invita tutti i potenziali investitori a visitare il suo sito Web, dove possono verificare come riesce a battere l’indice da oltre dieci anni.

Raccontaci un po’ di te!

Sono stato un investitore a tempo pieno negli ultimi 10 anni. Sono cresciuto in Finlandia e mi sono trasferito a Londra nel 2007. Ho conseguito una laurea magistrale in informatica all’Università Aalto e dopo la laurea ho lavorato per società di consulenza, banche e startup tecnologiche dal 2005 al 2011.

Nel tempo libero mi piace giocare a scacchi e viaggiare.

Parlaci del tuo background finanziario.

Ho iniziato a investire nel 2004 dopo aver seguito un corso di finanza all’Università Aalto. Il corso ha stimolato il mio interesse per l’argomento e ho continuato a studiarlo ulteriormente per conto mio.

Ben presto mi sono imbattuto in un libro del docente di finanza Vijay Singal, intitolato Beyond the Random Walk. Il libro presentava una serie di strategie che storicamente avevano sbaragliato il mercato. 

Uno dei concetti chiave del corso che avevo frequentato era che i mercati sono piuttosto efficienti, il che implica che battere il mercato è difficile o impossibile. Il libro di Singal smentiva questo concetto.

Ho combinato alcune delle strategie del libro di Singal e le ho sviluppate e modificate. Quando ho aperto il primo conto di trading nel 2004 le aspettative erano basse ma, con mia grande sorpresa, queste strategie hanno iniziato a funzionare immediatamente. Già nel 2011 il mio conto era cresciuto abbastanza da permettermi di diventare un investitore a tempo pieno.

Qual è la tua strategia? L’hai cambiata di recente per adattarti alla volatilità dei mercati?

Investo in azioni di valore che si scambiano a bassi rapporti prezzo-utile (P/E) o prezzo-valore patrimoniale netto (P/NAV). 

La mia strategia comprende anche una forte componente macro globale. Questo implica che concentro i miei investimenti in paesi o settori che hanno recentemente avuto problemi e in cui si possono trovare azioni a buon mercato. I paesi o i settori che hanno problemi possono cambiare da un anno all’altro.

Dopo aver scelto un paese o un settore, classifico le azioni al suo interno con un programma per computer che ho appositamente creato. In seguito, analizzo i titoli con il punteggio più alto personalmente.

Infine, acquisto per il portafoglio anche azioni ipervendute dal punto di vista tecnico.

Il nome della mia strategia, Triangula, ha origine dalla combinazione di questi tre tipi di analisi: macro, fondamentale e tecnica. La strategia è concentrata: il portafoglio contiene solo 1015 azioni, che possono essere tutte dello stesso paese o settore. In genere, le azioni rimangono nel portafoglio per due mesi.

Ogni investitore di successo deve continuamente adattare la sua strategia per stare al passo con i tempi. Prima di sviluppare la mia attuale strategia, che è rimasta più o meno invariata negli ultimi cinque anni, ho investito in microcapitali per una decina d’anni. Anche in questo caso, gli elementi minori continuano a essere modificati secondo le necessità.

Il professore di finanza del MIT Andrew Lo, nel suo libro Adaptive Markets, spiega che se una strategia funziona bene per un po’, attirerà dei concorrenti le cui azioni alla fine distruggeranno la redditività della strategia. Quando accade, è il momento di andare avanti e sviluppare qualcosa di nuovo. Nessuna strategia può funzionare nei mercati competitivi per sempre.

Dove conduci le tue ricerche?

Per la ricerca quotidiana sulle aziende, uso MarketScreener, Seeking Alpha, TIKR e Yahoo! Finanza. Guardo anche i siti delle relazioni con gli investitori delle aziende a cui sono interessato, e ricevo i loro documenti normativi dalla SEC o dalle autorità di regolamentazione straniere.

Per sviluppare e aggiornare la mia strategia, una volta all’anno leggo gli abstract degli articoli pubblicati sulle principali riviste di finanza come The Journal of Finance e The Journal of Financial Economics. Seguo anche SSRN e VoxEU. 

Come ha influito eToro sul tuo modo di investire?

Investo con lo stesso approccio di prima, ma eToro rende più facile l’esecuzione delle mie transazioni.

Un modo in cui eToro svolge questo compito è permettendo agli investitori di acquistare azioni frazionate. Tu indichi quanti dollari vuoi investire in un’azione e la piattaforma calcola il resto. Non c’è bisogno di calcolare quante azioni comprare e arrotondare il numero per eccesso o per difetto.

Un’altra funzionalità che permette di risparmiare tempo è che non serve effettuare conversioni tra valute; anche questo aspetto è gestito automaticamente dalla piattaforma.

Su quali beni o settori ti stai concentrando ora?

La maggior parte dei miei investimenti sono nel settore finanziario.

I titoli finanziari hanno sofferto nell’ultimo decennio a causa dei bassi tassi d’interesse e dei cambiamenti normativi introdotti a seguito della crisi finanziaria del 20082009.

La maggior parte dei problemi normativi è ormai alle spalle, mentre dal punto di vista economico è probabile che il decennio 2020 si rivelerà molto diverso da quello del 2010. L’inflazione è già tornata in scena e credo che si dimostrerà più persistente di quanto le banche centrali o gli analisti di mercato suppongano attualmente. 

L’asset manager Bridgewater ha recentemente pubblicato un rapporto che spiega come l’inflazione non sia più soltanto un problema di offerta, quanto piuttosto una conseguenza dell’elevata domanda di tutto: materie prime, energia, immobili e forza lavoro.

In passato i titoli finanziari hanno ottenuto buoni risultati in contesti inflazionistici, quindi ho posizionato il portafoglio in modo da poter beneficiare dei tassi d’interesse più alti che alla fine dovrebbe causare l’inflazione.

Qual è stata la tua operazione preferita negli ultimi 12 mesi?

La compagnia d’assicurazione francese CNP Assurances.

Ho comprato delle azioni all’inizio di settembre a circa 15 euro per azione. La mia tesi era che CNP fosse troppo a buon mercato in assoluto e rispetto al livello di scambio dei tassi di interesse europei.

Prima che iniziasse la crisi del COVID, le azioni CNP erano vendute a circa 17 euro. I mercati e i tassi d’interesse in generale si erano ripresi, ma le azioni CNP no. Non vedevo alcun motivo per cui l’azienda avrebbe dovuto subire danni permanenti a causa della crisi.

Come spesso accade, le azioni erano scese il mese successivo. Non ero molto felice di questa cosa. Dal 22 ottobre, però, hanno ricominciato a salire e hanno continuato a crescere il 25 e il 26 ottobre, senza motivo apparente. Poi, il 27, tutto si è fermato. Nessuno poteva comprare o vendere le azioni. Sospettavo che ci fosse stata un’acquisizione, ma non potevo esserne sicuro fino al giorno dopo, quando uscì la notizia che l’azienda era stata acquistata da La Banque Postale. Ho venduto le azioni ottenendo un profitto di quasi il 50%.

Investi in qualche classe di attività al di fuori di azioni, materie prime e criptovalute?

La maggior parte del mio patrimonio netto è investito nella strategia Triangula, perché ha un buon andamento e, anche se il passato non è una garanzia per il futuro, credo che ci siano buone possibilità che la strategia sovraperformi il mercato in futuro.

Se dovessi investire in altre classi di attività, guarderei al settore immobiliare. Un articolo pubblicato su The Quarterly Journal of Economics nel 2019, “The Rate of Return on Everything, 18702015″, mostra che gli immobili sono stati la migliore classe di attività in cui investire negli ultimi 150 anni. Ha avuto rendimenti vicini alle azioni, ma una volatilità molto più bassa.

I rendimenti futuri degli immobili sono stati appiattiti dalla caduta dei tassi d’interesse reali avvenuta negli ultimi 40 anni, ma sono ancora interessanti rispetto alle obbligazioni o al contante. 

“Sicuro come una casa” è un detto che ha mantenuto la sua validità fin dall’epoca vittoriana in cui è stato coniato, anche se il mondo dell’inflazione più alta in cui stiamo entrando potrebbe costituire un freno per i rendimenti immobiliari nel prossimo decennio.

Qual è il tuo obiettivo di trading a lungo termine?

Quando ho aperto il primo conto di trading nel 2004, il mio obiettivo era quello di raggiungere l’indipendenza e la libertà. Lavorando come investitore a tempo pieno si può raggiungere questo obiettivo, anche se resti comunque l’unico responsabile delle tue prestazioni. La libertà e l’indipendenza possono essere mantenute a lungo termine solo se il tuo bilancio continua a crescere.

Su eToro, il mio obiettivo è quello di condividere le mie conoscenze sugli investimenti e spero di aiutare altre persone a raggiungere i loro obiettivi finanziari.

Hai qualche consiglio da dare ai copiatori o ai potenziali copiatori?

Ben Inker, un asset manager di GMO, ha recentemente detto che il mercato attuale presenta l’opportunità più convincente dalla bolla Internet del 19992000 per investire in azioni di valore. Penso che abbia ragione. È lecito aspettarsi che le azioni di valore superino la crescita delle loro controparti [azionarie] fino al 5% all’anno nel prossimo decennio.

Le azioni di valore rimangono uno dei pochi settori dei mercati globali in cui i rendimenti previsti si avvicinano al +10% all’anno. L’indice del mercato azionario mondiale è sempre più vicino al +5% all’anno. Per questo motivo, credo che le azioni di valore meritino di essere prese in considerazione in qualsiasi portafoglio azionario a lungo termine.

Questa è una comunicazione a soli fini informativi e formativi e non deve essere interpretata come un consiglio d’investimento, raccomandazione personalizzata, né offerta o invito ad acquistare o vendere alcuno strumento finanziario. Questo materiale è stato preparato senza prendere in considerazione alcun particolare obiettivo d’investimento o situazione finanziaria e non è stato preparato in conformità con i requisiti legali e regolamentari per promuovere la ricerca indipendente. Eventuali riferimenti alle performance passate o future di uno strumento finanziario, un indice o un prodotto di investimento pre-assemblato non sono e non dovrebbero essere considerati un indicatore affidabile di risultati futuri. eToro non rilascia alcuna garanzia e non si assume alcuna responsabilità in merito all’accuratezza o completezza del contenuto di questa pubblicazione.

Questa comunicazione è solo per informazioni generali e scopi educativi e non deve essere considerata come una consiglio sui prodotti finanziari, una raccomandazione personale, un’offerta o una sollecitazione ad acquistare o vendere qualsiasi prodotto finanziario. È stata preparata senza prendere in considerazione i tuoi obiettivi, la tua situazione finanziaria o i tuoi bisogni. Qualsiasi riferimento a performance passate e indicazioni future non è, e non deve essere considerato come, un indicatore affidabile di risultati futuri. eToro non rilascia alcuna garanzia e non si assume alcuna responsabilità in merito all’accuratezza o completezza del contenuto di questa pubblicazione.

121 Visualizza